Adempimenti ed opportunità nel processo di transizione digitale

La dichiarazione di accessibilità

Servizi Comunali Codice dell'amministrazione digitale (CAD) Servizi digitali

In materia di trasformazione digitale, gli Enti Locali sono chiamati ad adeguare i propri processi interni al fine di rendere pubblico lo stato di accessibilità del proprio sito web oltre alle eventuali applicazioni mobili di cui sono titolari. Gli obblighi normativi di riferimento sono contenuti nella legge 4 gennaio 2004, n. 4 recentemente modificata dal D.L. 76/2020 (“Decreto Semplificazioni”) che, all’art. 29, ha introdotto ulteriori disposizioni per favorire l’accesso delle persone con disabilità ai servizi della PA e degli EE.LL..

Il sistema di regole e procedure previste in tema di accessibilità, introdotte a livello europeo dalla Direttiva UE 2016/2012, è stato recepito in Italia con il D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 106 a cui sono seguite le Linee Guida sull’accessibilità degli strumenti informatici che stabiliscono i requisiti, le metodologie e modelli per l’accessibilità degli strumenti informatici, inclusi i siti web e le applicazioni mobili.

L’accessibilità è stata così riconosciuta quale punto nevralgico per la gestione di sistemi informatici efficienti in grado di erogare servizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che, a causa di disabilità, necessitano di tecnologie assistive o configurazioni particolari.

Le note operative che seguono potranno essere utili per un riesame degli adempimenti minimi previsti dalle Linee Guida oltre a fornire utili riferimenti pratici per adempiere all’obbligo di pubblicazione della Dichiarazione di Accessibilità prevista dal Piano Triennale per l’Informatica nella PA.

La dichiarazione di accessibilità – Cos’è

La Dichiarazione di Accessibilità è lo strumento attraverso il quale le Pubbliche Amministrazioni, in particolare gli Enti Locali, rendono pubblico lo stato di accessibilità del sito web istituzionale e delle eventuali applicazioni mobili di cui sono titolari. La Dichiarazione viene redatta e pubblicata utilizzando esclusivamente l’applicazione online fornita dall’Agenzia per l’Italia Digitale che è anche l’organismo deputato al monitoraggio e controllo annuale della dichiarazione.

La redazione della dichiarazione – Quali sono gli adempimenti propedeutici?

Prima di procedere alla redazione e pubblicazione della Dichiarazione di Accessibilità è necessario che l’Ente Locale abbia effettuato una serie di adempimenti propedeutici che di seguito si riportano.

Passo 1 - Nomina del Responsabile della Transizione Digitale (RTD)

La nomina del RTD può avvenire mediante un Decreto sindacale oppure una Delibera di giunta comunale per la costituzione dell’ufficio di Transizione Digitale individuando le risorse umane, economiche e strumentali necessarie.

Scarica i modelli allegati

Passo 2 - Accreditamento su Indice PA (IPA)

Ogni Ente è poi tenuto ad iscriversi sul portale Indice PA.

L’IPA è una banca dati di libera consultazione contenente i riferimenti per comunicare con le Pubbliche Amministrazioni e i Gestori di Pubblici Servizi.

All’interno del portale IPA, l’Ente procede all’accreditamento per il tramite di un Referente IPA (solitamente individuato nella figura del RTD) attraverso un processo guidato per fornire le informazioni necessarie alla pubblicazione dei propri dati.

Per accreditarsi all'IPA è necessario che il Referente IPA sia dotato di:

  • una firma digitale conforme a quanto previsto dall'art. 47, comma 2, lett. a) del Codice dell’Amministrazione Digitale e rilasciata da una Certification Authority, accreditata da Agid a emettere certificati qualificati.;
  • una casella PEC.

Una volta inseriti i dati, il sistema invierà alla casella di posta del Referente la versione pdf del modulo compilato.

Il modulo dovrà essere firmato ed inviato all'indirizzo ipa@pec-ic.agid.gov.it entro 30 giorni dalla formulazione della richiesta.

Nel caso in cui il referente IPA non appartenga più allo stesso Ente, è comunque possibile la sua sostituzione attraverso la funzione “Nomina Referente”.

Passo 3 - Piano Triennale dell’informatica

Nominato l’RTD e costituito il relativo ufficio si dovrà procedere ad approvare il Piano Triennale dell’informatica nella Pubblica Amministrazione (Piano Triennale o Piano): costituito da 3 parti suddivise in 9 capitoli che sono i driver per la pianificazione alla transizione digitale degli Enti Locali.

Passo 4 - Verifiche di accessibilità e meccanismo di feedback

Completati i passi precedenti è possibile effettuare le verifiche di accessibilità dei siti web e delle applicazioni mobili dell’Ente adottando le metodologie, i criteri di valutazione e le verifiche tecniche di conformità ai requisiti di accessibilità, ai sensi della Direttiva UE 2016/2102. 

L’AGID, per agevolare il lavoro delle PA, ha messo a disposizione delle Amministrazioni uno strumento denominato "Modello di Autovalutazione di accessibilità", Allegato 2 delle Linee Guida sull'Accessibilità degli strumenti informatici, utile per determinare lo “stato di conformità” del sito web e/o applicazione mobile: l’esito dell’autovalutazione può essere: “Conforme, Parzialmente Conforme o Non Conforme”. 

Inoltre l’Ente dovrà dotarsi e rendere disponibile un "Meccanismo di feedback" che sarà indicato all’interno della Dichiarazione (v. infra), per consentire agli utenti di segnalare gli eventuali casi di inaccessibilità.

Il Meccanismo di feedback:

  • ha una struttura simile ad un form online accessibile tramite link presente nella Dichiarazione di accessibilità pubblicata nel piè di pagina del sito web;
  • risulta essere un utile strumento di miglioramento del processo di digitalizzazione volto a fornire all’Ente informazioni preziose sui punti di debolezza del sistema di accessibilità ai servizi consentendo all’RTD di provvedere con gli interventi correttivi più efficaci.

 

La compilazione della Dichiarazione di accessibilità

L’Amministrazione procede all’accesso al portale dedicato alla compilazione della dichiarazione su sito web dell’AGID, attraverso il login e con le credenziali inviate all’indirizzo mail del RTD.  https://trasparenza.agid.gov.it/moduli/downloadFile.php?file=oggetto_allegati/19356907570O__OAllegato+1+-+Modello+di+Dichiarazione+di+Accessibilit%E0.pdf   

La dichiarazione si compone di due parti. 

La prima parte presenta i contenuti previsti dalla Decisione di esecuzione UE 2018/1523: 

  • stato di conformità;
  • dichiarazione di contenuti, sezioni e funzioni non accessibili, in caso di non conformità parziale o totale;
  • indicazione del Meccanismo di feedback e recapiti dell'amministrazione;
  • procedura di attuazione (con i riferimenti al Difensore Civico Digitale).

La seconda parte è composta da: 

  • informazioni sul sito o sull’applicazione mobile;
  • informazioni generali sull’Amministrazione.

Completata la compilazione della Dichiarazione, l’Ente riceve una e-mail con un link da esporre nel piè di pagina del sito web istituzionale. 

L’aggiornamento della Dichiarazione di accessibilità

L’aggiornamento annuale della Dichiarazione di accessibilità, attraverso il riesame dell’RTD, deve concludersi:

  • entro il 23 settembre di ciascun anno, per l’accessibilità ai siti web;
  • entro il 23 giugno di ciascun anno, per l’accessibilità alle applicazioni mobili.

Le sanzioni

La mancata pubblicazione della Dichiarazione di Accessibilità determina un inadempimento normativo, accertato e sanzionato dall’AGID. Tale inadempimento è rilevante ai fini della misurazione e della valutazione della performance individuale dei dirigenti responsabili e comporta responsabilità dirigenziale e responsabilità disciplinare ai sensi dell’art. 9 della legge 9 gennaio 2004, n. 4 “Disposizioni per favorire e semplificare l’accesso degli utenti e, in particolare, delle persone con disabilità agli strumenti informatici”.

Articolo a cura di Pietro Salomone

Per qualsiasi ulteriore necessità di approfondimento, ponici il tuo quesito.

 




Scritto il 07/12/2021 , da Salomone Pietro

Approfondimenti

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale

CONTATTI

Email

halley@halley.it

Telefono

3456695192