Smart CIG per adesione a convenzione Consip energia elettrica

Quesiti

Si e' assunto nel 2017 smart CIG per adesione a convenzione Consip energia elettrica.

Tuttavia l'ammontare effettivo della fornitura supera € 40.000,00 e pertanto andava acquisito CIG tramite il Simog.

Non è possibile modificare la convenzione Consip con indicato il CIG derivato.

Si pone il problema del contributo stazione appaltante per gli affidamento sopra € 40.000,00.

Risposta

Per contratti di importo inferiore a € 40.000 si applica la tracciabilità attenuata, mediante acquisizione dello Smart CIG (vedi par. 6.2 della Determinazione 4/2011 aggiornata con Delibera n. 556/2017).

La fornitura di energia elettrica è soggetta all’obbligo di acquisizione del codice CIG sia ai fini delle comunicazioni obbligatorie di cui all’art. 7, commi 8 e 9, del d.lgs. 163/2006 e sia al fine dell’osservanza della legge 136/2010 sulla tracciabilità dei flussi finanziari. Quando l’affidamento è effettuato sulla base di disposizioni di legge 

-  per i contratti di importo pari o superiore ad euro 40000 si selezionerà la modalità di realizzazione “contratto d’appalto” e la procedura di scelta del contraente “procedura negoziata senza previa pubblicazione”;
-  per i contratti di importo inferiore ad euro 40000 si selezionerà la modalità di realizzazione “acquisizione in economia” e la procedura di scelta del contraente “affidamento in economia – affidamento diretto”.

La comunicazione delle schede successive dovrà avvenire secondo lo sviluppo proposto dalla procedura informatizzata in relazione all’importo dell’affidamento.

Secondo la Delibera ANAC n. 556/2017, tenendo conto di quanto previsto dal comma 3 dell’art. 3 della legge n. 136/2010 per i pagamenti effettuati dagli operatori privati in favore di gestori e fornitori di pubblici servizi a rete, si ritiene che anche i pagamenti relativi alle utenze delle pubbliche amministrazioni (quali, a titolo esemplificativo, luce, gas e telefono) possano essere effettuati, analogamente alle modalità indicate nei contratti di mutuo, avvalendosi del SDD senza indicare i codici CIG nel singolo pagamento (ma soltanto nella delega a monte).

Nella prossima occasione, alla scadenza dell'attuale rapporto, si provvederà all'acquisizione del CIG. Ora, a fornitura in corso non è possibile acquisirlo, ma si può utilizzare  la Delibera ANAC n. 556/2017.

Dr. Eugenio De Carlo    08/02/2018

 


Scritto il 09/02/2018 , da De Carlo Eugenio

Quesiti

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale