Guida scuolabus personale non dipendente comunale

Quesiti

Le chiediamo gentilmente di esprimere un parere sulla possibilità che il Comune affidi in appalto il “servizio guida” dello scuolabus Comunale a un titolare di licenza autonoleggio con conducente, oppure a un titolare di licenza autobus (ditta di servizi autobus). Precisiamo che i servizi di cui necessitiamo sono: - uno quotidiano di scuolabus - ed uno saltuario trasporto alunni per gite scolastiche In entrambi i casi dovrebbe guidare lo scuolabus di proprietà comunale.

Risposta

Quello che si sta configurando nel quesito appare, a primo acchito, come una assunzione di personale sotto forma di appalto di servizi. Si tratterebbe, infatti, di garantire una prestazione professionale (e come tale andrebbe inquadrata) qualora il soggetto non metta a disposizione altri asset (come azienda, autobus, struttura e così via) se non la propria attività lavorativa.

Tanto a dire che il confine fra appalto e incarico professionale non è affatto netto ma, nel caso di specie, appare non semplice configurare la prestazione richiesta come appalto con riferimento alla sola attività di guida.

Si suggerisce, quindi, a tal fine di far emergere con chiarezza il profilo dell’organizzazione dell’impresa inserendo, all’interno del capitolato, frasi del tipo seguente, articolando bene il novero degli obblighi dell’impresa appaltatrice o del singolo affidatario:

L’impresa affidataria dovrà garantire la costante presenza di personale, in possesso di patente di guida cat. D prescritta dalle vigenti disposizioni nonché di certificato di abilitazione professionale (C.A.P.), per i veicoli scuolabus affidati in comodato d’uso”;

Sono a carico dell’impresa appaltatrice la manutenzione ordinaria tra cui, la pulizia e al lavaggio interno ed esterno degli automezzi ed il controllo e la sostituzione di olio, di liquido di raffreddamento, di filtri aria, gasolio ed olio. Il lavaggio esterno dovrà essere effettuato con cadenza quindicinale. L’impresa dovrà presentare all’ufficio competente il libretto di marcia compilato quotidianamente e le ricevute del rifornimento carburante. Inoltre, l’impresa appaltatrice dovrà riferire per iscritto, entro 24 ore, tutti gli inconvenienti che possano verificarsi durante il servizio. Per la mancata comunicazione l’impresa si renderà garante di ogni danno”;

E’ a carico dell’impresa appaltatrice l’assunzione del rischio completo ed incondizionato della gestione”.

Dott. Pietro Cucumile 30/01/2018


Scritto il 01/02/2018 , da Cucumile Pietro

Quesiti

Articoli correlati

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale