Borghi, infrastrutture e transizione ecologica: il PNRR per la Valle d’Aosta

Italia domani piano nazionale ripresa e resilienza – 11 luglio 2022

Servizi Comunali Attuazione progetti PNRR

Italia domani piano nazionale ripresa e resilienza

Borghi, infrastrutture e transizione ecologica: il PNRR per la Valle d’Aosta

11/07/2022

Rilancio dei borghi, investimenti in infrastrutture e mobilità sostenibili che spaziano dal rinnovo degli autobus al finanziamento dell’adeguamento della linea ferroviaria Aosta-Ivrea, progetti innovativi di rigenerazione urbana per aumentare la coesione sociale e la qualità abitativa.  Inoltre, importanti investimenti per il rafforzamento della medicina territoriale e l’aumento dell’offerta educativa per la prima infanzia. Di questo e molto altro si è parlato nella tappa di Aosta di “Italia Domani - Dialoghi sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”, il ciclo di incontri promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per comunicare con cittadini, imprese e Amministrazioni locali sui contenuti e le opportunità del PNRR. Ad animare l’incontro, che si è tenuto venerdì 8 luglio all’interno della Cittadella dei Giovani, Roberto Cingolani, Ministro della Transizione ecologica, Marco Leonardi, Capo del Dipartimento per la Programmazione e il coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio, il Presidente della Regione Valle d’Aosta, Erik Lavevaz, e il Sindaco di Aosta, Gianni Nuti. L’evento è stato moderato da Simonetta Nardin, dell’Ufficio per la comunicazione istituzionale e le relazioni con i media della Presidenza del Consiglio, e da Alessandra Ferraro, Caporedattrice del Tgr Rai della Valle d’Aosta.

Il Ministro Cingolani ha spiegato che, dopo l’inizio della guerra in Ucraina, l’Italia ha sostituito 30 miliardi di metri cubi di gas provenienti dalla Russia con 25 miliardi da sei fornitori diversi. La riduzione di cinque miliardi di gas è stata possibile perché viene sostituito con le rinnovabili che, grazie al PNRR, sono state accelerate. Il Ministro ha aggiunto che sono registrate richieste di allacciamento di rinnovabile per nove miliardi di watt.

Marco Leonardi ha spiegato che la carenza di personale e di professionalità è un tema molto importante. Per questo sono stati presi una serie di provvedimenti che prevedono il rafforzamento del personale con assunzioni a tempo determinato in deroga alle capacità assunzionali ed è stato istituito un portale per il reclutamento e l’assistenza tecnica ai comuni.

Per il Presidente Lavevaz la sfida dei prossimi mesi è quella di portare verso la realizzazione i progetti legati ai bandi. Ha poi fornito i dati sui 208 progetti finanziati in Valle d'Aosta, per un totale di 346 milioni di euro: solo il 4% dei progetti è concluso; il 17% è in corso realizzazione, il 22% in fase progettuale, il 57% è soltanto alla fase di programmazione. Per Lavevaz è una sfida che non si può perdere. In Valle d’Aosta il 22% del PNRR è destinato al finanziamento del servizio sanitario, il 18% per la programmazione delle risorse idriche. 

Il Sindaco Nuti ha illustrato nel dettaglio i tanti bandi ai quali il Comune di Aosta ha partecipato spiegando che il PNRR deve essere un'esperienza corale che deve vedere il coinvolgimento delle amministrazioni a ogni livello. Il Comune si è organizzato dando vita a un'unità di progetto bipartisan all'interno del Consiglio comunale e a un'unità di staff all'interno della società in house regionale Inva spa.

 


Scritto il 12/07/2022

News

Articoli correlati

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale