Affidamento servizio gestione asili nido comunali

Risposta del Dott. Pietro Salomone

Quesiti

L'asilo nido del nostro comune ha una necessità di 5 educatrici in orario mattutino e di 3 in quello pomeridiano (in rapporto ai bambini ospitati). Fino a qualche anno fa le 5 educatrici della mattina erano tutte dipendenti comunali e si è provveduto a dare in appalto il solo servizio di asilo pomeridiano e le eventuali sostituzioni necessarie per poter coprire le assenze delle educatrici dipendenti del comune.

Tale pratica è proseguita anche dopo il pensionamento di una dipendente e ulteriormente continuato con il venir meno di una ulteriore educatrice. Dal prossimo anno le educatrici in organico saranno solo 2.

L’intenzione dell'amministrazione è di attendere il pensionamento di almeno una delle due per poi dare in affidamento il servizio in toto.

Si chiede, viste le premesse, se sia proseguibile il modus operandi usato fino ad oggi (si ha il dubbio si possa configurare l'intermediazione di mano d'opera) o se invece siano ipotizzabili soluzioni diverse.

Più che per questo anno (si procederà ad affidamento diretto viste le deroghe previste fino a giugno 2023) per capire come redigere il capitolato per i prossimi 3/4 anni.

Risposta

L’affidamento descritto si configura come servizio di gestione degli asili nido comunali nelle sole ore pomeridiane. Tale servizio è inquadrabile nell’area dei servizi alla persona che avviene mediante educatrici cioè personale con particolare specializzazione ed esperienza, al fine di assicurare alti standard qualitativi del servizio. Aspetto che sicuramente va precisato ed indicato nei capitolati prestazionali di gara.

Da punto di vista della procedura di gara, il DL 77/2021 (decreto semplificazioni bis) ha consentito alle stazioni appaltanti di procedere mediante affidamento diretto per servizi e forniture di importo inferiore a 139.000 euro fino al giugno 2023. Pertanto si ritiene corretta la procedura di affidamento attuata fino ad ora. Nel caso in esame se il servizio è affidato allo stesso operatore economico della gestione degli anni precedenti, in determina si ritiene opportuno inserire una motivazione sul motivo della mancata applicazione del principio di rotazione.

Soluzioni ipotizzabili

Il quesito richiede soluzioni alternative ipotizzabili, si riporta di seguito una soluzione possibile.

Una soluzione ipotizzabile è l’affidamento a terzi del servizio di gestione sia nelle ore mattutine che pomeridiane, con affiancamento del personale interno come supporto per le attività organizzative, didattiche e di laboratorio. L’affiancamento del personale interno, fino al loro pensionamento, consentirà di garantire la continuità pedagogico-formativa e non disperdere i rapporti positivi instauratisi tra educatori e bimbi.

Contenuti dei capitolati di gare dei servizi di gestione degli asili nido comunali

Il servizio è caratterizzato da un elevata intensità di manodopera cioè il costo della manodopera è pari ad almeno il 50% dell’importo totale del contratto. Pertanto, così come disciplinato dall’articolo 95, comma 3, lettera a) D.lgs. 50/2016, tali servizi sono aggiudicati esclusivamente mediante l’utilizzo del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo.

Gli standard qualitativi dovranno essere definiti nel capitolato speciale d’appalto sono, in particolare:

  • requisiti tecnici e professionali del personale educativo e ausiliario (coordinatori, educatrici, dietista..) e di esperienza maturata dall’affidatario (aver svolto nel triennio antecedente la pubblicazione del bando servizi analoghi a quello oggetto di gara per un valore complessivo almeno pari alla base d’asta.
  • tipologia del servizio richiesto (cura ed igiene del bambino, l’organizzazione del servizio di ristorazione, la fornitura delle attrezzature, del materiale didattico, il servizio di lavanderia) definendo una soglia minima qualitativa e quantitativa;
  • tipologia di interventi consentiti all’affidatario (manutenzione ordinaria, straordinaria, gestione rifiuti, derattizzazione etc..)

In sintesi, per le procedure di gara aventi ad oggetto il servizio di gestione degli asili nido, nei capitolati speciali d’appalto, occorre dare importanza al progetto pedagogico e alla qualità delle soluzioni in esso contenute, al fine di assicurare i massimi livelli di qualità ed efficienza del servizio affidato.

1 luglio 2022                 Pietro Salomone

 

Per i clienti Halley: ricorrente QS n. 2260, sintomo n. 2333


Scritto il 05/07/2022 , da Salomone Pietro

Quesiti

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale