Elezioni e referendum 2022, le misure di prevenzione del contagio da Covid-19 nei seggi speciali

Ministero dell’intero – 13 maggio 2022

Servizi Comunali Elettorale Tutela salute pubblica

Ministero dell’intero

Elezioni e referendum 2022, le misure di prevenzione del contagio da Covid-19 nei seggi speciali

13 Maggio 2022

Le indicazioni del ministero del Salute nella circolare del dipartimento per gli Affari interni e territoriali del Viminale

È stata inviata oggi ai prefetti la circolare del capo dipartimento per gli Affari interni e territoriali Claudio Sgaraglia (n.49/2022) che richiama l'attenzione sulle indicazioni fornite dal ministero della Salute (con circolare n. 24924/2022) circa le modalità di raccolta del voto per gli elettori sottoposti a trattamento domiciliare o in condizioni di isolamento per Covid-19, la raccolta del voto presso le strutture residenziali sociosanitarie e socioassistenziali (RSA) e la formazione del personale.

Tra le indicazioni, viene ricordato che l’elettore, per esercitare il diritto di voto, deve far pervenire al sindaco competente, insieme alla dichiarazione di voler votare presso il proprio domicilio, il certificato del funzionario medico designato dall’azienda sanitaria locale che, con il consenso dell’elettore stesso, attesti la ricorrenza, quale requisito legittimante l’esercizio del voto a domicilio, la propria condizione di soggetto positivo in trattamento domiciliare o di isolamento per Covid-19.

Le condizioni minime di cautela e tutela della salute per le attività di raccolta del voto a domicilio, demandate anche a personale non sanitario, richiedono che quest’ultimo sia formato e dotato di adeguati dispositivi di protezione individuale.  
La circolare ricorda anche che la raccolta del voto deve tener conto anche delle disposizioni del decreto-legge n. 41/2022, che rinnovano sostanzialmente quelle adottate per l’anno 2021, relative agli elettori che risiedono in comuni nei quali non sono ubicate strutture sanitarie con almeno 100 posti-letto dotate di reparti Covid-19.

Relativamente alla raccolta del voto presso le strutture residenziali sociosanitarie e socioassistenziali (RSA) la circolare specifica che i componenti delle sezioni ospedaliere e dei seggi speciali deputati alla raccolta del voto presso queste strutture devono essere muniti di certificazioni verdi. Le operazioni di voto dovranno essere il più rapide possibile e svolgersi all'interno di locali dedicati.
La raccolta del voto presso le RSA è assimilabile a quella sopra descritta per la raccolta del voto domiciliare quando a votare siano soggetti SARS-CoV-2 positivi.

Infine, la circolare richiama le indicazioni fornite dal ministero della Salute sulla formazione del personale dedicato alla raccolta del voto, evidenziando la necessità che le autorità sanitarie territorialmente competenti, nei giorni immediatamente precedenti le operazioni di voto, forniscano adeguata formazione ai componenti (limitatamente a quelli non sanitari) delle sezioni elettorali ospedaliere e dei seggi speciali che provvedono alla raccolta e, nelle sole sezioni ospedaliere, anche allo spoglio delle schede votate dagli elettori in trattamento domiciliare o in condizioni di isolamento.
 

Circolare Dait n.49 del 12 maggio 2022


Scritto il 14/05/2022

News

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale