Insinuazione fallimentare

Risposta dell'Avv. Lorella Martini

Quesiti

L'Ente scrivente ha inviato all'Agenzia per le riscossioni dei Ruoli Coattivi emessi nei confronti dell'Ex Società partecipata dal Comune. Ora abbiamo ricevuto da parte del Tribunale la dichiarazione di fallimento della Società con la richiesta di eventuale insinuazione fallimentare. A tale proposito siamo a chiedere se è il Comune che si deve attivare o se sarà l'Agenzia per le Riscossioni a doversi insinuare nel fallimento.

Risposta

Ai sensi dell’art. 87 D.P.R. 602/1973, comma secondo (così come modificato dal D.Lgs. n. 46 del 1999, art. 16) “Se il debitore, a seguito del ricorso di cui al comma 10 su iniziativa di altri creditori, è dichiarato fallito, ovvero sottoposto a liquidazione coatta amministrativa, il concessionario chiede, sulla base del ruolo, per conto dell’Agenzia delle Entrate, l’ammissione al passivo alla procedura”. Nello stesso modo dispone l’art. 33 D.lgs. 112/1999, per i crediti di natura non erariale ed in via generale.

Giova, ancora, precisare che l’Amministrazione finanziaria può proporre domanda di ammissione al passivo anche senza avvalersi dell’agente per la riscossione, ma operando direttamente, anche senza la previa iscrizione a ruolo.

19 gennaio 2022           Lorella Martini

 

Per i clienti Halley: ricorrente QT n. 1318, sintomo n. 1403


Scritto il 22/01/2022 , da Martini Lorella

Quesiti

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale