Competenza al riconoscimento negli enti dissestati di debiti fuori bilancio

Risposta del Dott. Ennio Braccioni

Quesiti

In un comune che ha dichiarato il dissesto, il revisore dei conti ha l'onere del controllo degli atti della liquidazione? Qualora l'OSL metta in pagamento debiti fuori bilancio senza proporne prima il riconoscimento Consiliare, il revisore è obbligato a comunicarlo al presidente del CC e alla corte dei conti?

 

Risposta

La problematica inerente la competenza al riconoscimento negli enti dissestati di debiti fuori bilancio rinvenienti da atti e fatti che si sono verificati antecedentemente all’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato è stata nel tempo oggetto di diversi orientamenti interpretativi ed applicativi: dopo un iniziale orientamento restrittivo che riservava tale attribuzione al Consiglio Comunale (Corte dei conti, Sez. Campania n. 68/2018 e n. 132/2018; Sez. Sicilia n. 124/2019; Sez. Puglia n. 104/2019) è intervenuta la delibera della Sezione Autonomie della Corte dei conti n. 12 del 14 luglio 2020 secondo la quale, qualora prima della dichiarazione di dissesto non sia stata adottata la deliberazione consiliare di riconoscimento, la valutazione di ammettere alla massa passiva i debiti, sia di bilancio che fuori bilancio, spetta esclusivamente all’OSL, sulla scorta della documentazione raccolta, con la sola limitazione di vagliarne, per quelli fuori bilancio, i requisiti fissati dall’art. 194 del TUEL, al quale viene fatto rinvio non già sotto il profilo procedurale (adozione della formale delibera consiliare di riconoscimento) quanto piuttosto sotto quello sostanziale per precisare i criteri (utilità ed arricchimento) ai quali devono informarsi le verifiche di competenza dell’OSL ai sensi dell’articolo 254, comma 4, del TUEL.

Alla luce del ricordato orientamento interpretativo, sussiste la competenza non già del consiglio comunale ma dell’OSL per il riconoscimento dei debiti fuori bilancio derivanti da atti e fatti di gestione verificatisi entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello dell’ipotesi di bilancio riequilibrato.

Con riferimento infine ad eventuali responsabilità erariali si evidenzia che l'OSL è soggetto, oltre che all'obbligo di trasmissione alla Procura della Corte dei conti degli atti di riconoscimento del debito ai sensi dell'articolo 23, comma 5, della legge n. 289/2002, anche a quello di denunzia in caso di accertamento di danni cagionati all'ente locale o all'Erario (articolo 252,comma 5, del TUEL).

13 gennaio 2022           Ennio Braccioni

 

Per i clienti Halley: ricorrente QR n. 3896, sintomo n. 3952


Scritto il 19/01/2022 , da Braccioni Ennio

Quesiti

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale