IMU su edificio in ristrutturazione

Risposta del Dott. Luigi D'Aprano

Quesiti

Si chiede un Vostro parere in riferimento a quanto di seguito esposto:

Un contribuente nell’anno 2021 riceve accertamento imu per l’anno 2016, per non aver pagato il tributo sull’unico immobile di sua proprietà (acquistato a marzo 2016) nel comune, nel quale sta effettuando lavori di ristrutturazione e nel quale trasferirà la residenza del nucleo familiare solo alla conclusione dei lavori stessi. Può il comune consentire esenzioni o riduzioni per effetto della ristrutturazione? E se si, occorreva dichiarazione imu o era sufficiente che i lavori in corso risultassero all’utc?

 

Risposta

La riduzione del 50% per l’inagibilità del fabbricato è legata ad un effettivo stato di inutilizzabilità strutturale del fabbricato, non espressamente riconducibile ad un mero periodo di ristrutturazione edilizia. L’inutilizzabilità di fatto dovrebbe essere accertata dall’UTC o, in alternativa, da tecnico incaricato dal contribuente a mezzo di specifica perizia tecnica. In ogni caso, il contribuente aveva l’obbligo della dichiarazione preventiva, salvo il caso di accertata inagibilità da parte degli uffici comunali.

14 gennaio 2022           Luigi D’Aprano

 

Per i clienti Halley: ricorrente QI n. 831, sintomo n. 876


Scritto il 19/01/2022 , da D'Aprano Luigi

Quesiti

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale