Split payment - Codici tributo per l'Iva dovuta dalle pubbliche amministrazioni

Servizi Comunali Fatturazione

                Split payment - Codici tributo per l'Iva dovuta dalle P.A.

a cura di Daniele Conforti

13 novembre 2017

Con la risoluzione n. 139 del 10 novembre 2017, l'Agenzia delle Entrate istituisce i codici tributo per il versamento dell'Iva dovuta da parte delle Pubbliche amministrazioni e società, in virtù del meccanismo della scissione dei pagamenti (cosiddetto split payment).

Dopo la recente circolare 27/E, che ha illustrato le novità in materia di split payment introdotte nella Manovra correttiva 2017 (Dl n. 50/2017), in particolare l'estensione del novero dei destinatari a cui fatturare con split payment e l'ambito di applicazione dello stesso, con riferimento alle operazioni per le quali è emessa fattura a partire dal 1° luglio 2017, l'Agenzia torna, ora, con un nuovo documento di prassi con il quale istituisce i codici tributo per il versamento dell'Imposta dovuta.

Iva dovuta con i modelli “F24” e “F24 Enti pubblici”

La risoluzione 139/E/2017 istituisce i seguenti codici tributo:

6041” per il modello F24;

621E” per il modello F24 Ep.

Tali nuovi codici andranno utilizzati per il versamento mediante i modelli “F24” e “F24 Enti pubblici” dell’imposta dovuta entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui l’imposta diviene esigibile, senza possibilità di compensazione.

Nel modello F24, il codice tributo “6041” è esposto nella sezione “Erario” in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati” e indicando nei campi “rateazione/regione/prov/mese rif.” e “anno di riferimento” il mese e l’anno cui si riferisce il pagamento nei formati “00MM” e “AAAA”.

Nel modello F24Ep (codice tributo “621E”), nella sezione “contribuente” va inserito il codice fiscale e la denominazione della Pa che esegue il pagamento, nella sezione “dettaglio versamento” sono indicati i seguenti dati:

  • nel campo “sezione”, il valore F (erario)
  • nel campo “codice tributo/causale” il codice tributo
  • nel campo “riferimento A” il mese per cui si effettua il versamento nel formato “00MM”

nel campo “riferimento B” l’anno d’imposta per cui si esegue il pagamento nel formato “AAAA”.


Scritto il 14/11/2017 , da Conforti Daniele

Approfondimenti

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale