Didattica a distanza e validità dei voti - Modelli di Gestione - La Posta del Sindaco 
la posta del sindaco
la posta del sindaco
Accedi Registrati



Didattica a distanza e validità dei voti

La Rivista del Sindaco 02/06/2020 Modelli di Gestione

Avvicinandosi la data di chiusura delle scuole, che come tante realtà hanno sofferto e affrontato al meglio questo periodo con i mezzi a disposizione, è sorta sempre più spesso una domanda riguardante l’ambito scolastico che concerne la validità legale dei voti assegnati dall’inizio della Didattica a Distanza (con il Dl 6/2020, 23 febbraio) fino alla regolarizzazione della valutazione a distanza avuta con il Dl 18/2020, 17 marzo. La didattica online ha vissuto momenti di dubbio e d’incertezza, che ora iniziano a dover avere risposte chiare e concrete, con l’avvicinarsi dell’anno scolastico.

Per affrontare l’argomento validità dei voti assegnati con la didattica a distanza, leggiamo nell’articolo 87, comma 3, Dl 18/2020, in cui viene stabilito che:
“la valutazione degli apprendimenti, periodica e finale, oggetto dell'attività didattica svolta in presenza o svolta a distanza a seguito dell'emergenza da Covid-19 e fino alla data di cessazione dello stato di emergenza deliberato dal Consiglio dei ministri il 31 gennaio 2020 (fino al 31 luglio ndr), e comunque per l'anno scolastico 2019/2020, produce gli stessi effetti delle attività previste per le istituzioni scolastiche del primo ciclo dal decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 62, e per le istituzioni scolastiche del secondo ciclo dall'articolo 4 del regolamento di cui al decreto del Presidente della repubblica 22 giugno 2009, n. 122, e dal decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 62”.

È stata la legge di conversione 27/2000 ad introdurre il comma 3-ter. L’entrata in vigore della disposizione contenuta nella legge medesima è stabilita ai sensi del comma 4, articolo 1, in essa presente, ed è avvenuta il giorno seguente alla pubblicazione del provvedimento nella Gazzetta Ufficiale. Poiché la data di pubblicazione della legge 27/2000 è avvenuta il 29 aprile, l’entrata in vigore è caduta il 30 aprile 2020. A chiarire il punto, si può anche leggere l’articolo 11 delle preleggi, in cui si specifica che “la legge non dispone che per l’avvenire: essa non ha effetto retroattivo”. Si può quindi stabilire che sono da considerarsi nulle le valutazioni degli apprendimenti effettuate a distanza prima della data del 30 aprile 2020.

 


Articolo di Gianluca Galli
Laureato in Scienze Sociali per gli Enti No-Profit e la Cooperazione Internazionale. Si occupa del settore normativa presso la Halley Informatica dal gennaio 2018.

Ultimi aggiornamenti



CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed enti locali: ricco di notizie e dati il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, consultare e confrontare i bilanci e i dati finanziari degli enti territoriali in modo semplice e veloce. L'obiettivo è fornire informazioni, materiali, contributi per una gestione efficiente e trasparente degli Enti Locali

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale