Le imprese non in regola con il pagamento dei tributi locali verranno escluse dalle gare d’appalto - Lavori Pubblici - La Posta del Sindaco 
la posta del sindaco
la posta del sindaco
Accedi Registrati



Le imprese non in regola con il pagamento dei tributi locali verranno escluse dalle gare d’appalto

La Rivista del Sindaco 16/09/2019 Lavori Pubblici

L’articolo 80, comma 4 del Codice dei Contratti Pubblici, esclude dalle gare di appalto tutte quelle aziende che non sono in regola con il pagamento dei tributi locali. L’Ufficio Precontenzioso e Pareri dell’Associazione Nazionale Anti Corruzione attraverso il parere 2211/2019, chiarendo la portata della norma.

Il sopracitato articolo del Decreto Legislativo 50/2016 (noto anche come Codice dei Contratti Pubblici) sostiene che “Un operatore economico è escluso dalla partecipazione a una procedura d' appalto se ha commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse o dei contributi previdenziali, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti. Costituiscono gravi violazioni quelle che comportano un omesso pagamento di imposte e tasse superiore all' importo di cui all' articolo 48-bis, commi 1 e 2-bis, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602. Costituiscono violazioni definitivamente accertate quelle contenute in sentenze o atti amministrativi non più soggetti ad impugnazione”.

Quando si parla di violazioni gravi, si intende quelle derivanti da un omesso pagamento di tasse, per importi superiori a 5mila euro, come normato dalla Legge 205/2017, che ha ridotto di 5mila euro il limite minimo necessario alla verifica dei pagamenti della PA, come previsto dal Decreto del Presidente della Repubblica 602/1973 all’art.48-bis e per la verifica della regolarità fiscale come regolamentato dal Decreto Legislativo 50/2016.

I dubbi permanevano nel comma 4 dell’art.80, in quanto sosteneva che “pagamento delle imposte e tasse o dei contributi previdenziali, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti”. Ecco perché l’ANAC ha altresì chiarito che i mancati pagamenti dei tributi comunali, comporta l’esclusione della partecipazione alle gare di appalto per servizi, lavori e concessioni indette dagli Enti Locali.


Articolo di Loris Pecchia
Laureato in Scienze Politiche e relazioni internazionali con specialistica in Indirizzo dell’amministrazione e dell’organizzazione pubblica. Svolge le attività di revisione FAQ e di segreteria presso la Halley Informatica dal 2013.

Ultimi aggiornamenti



CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed enti locali: ricco di notizie e dati il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, consultare e confrontare i bilanci e i dati finanziari degli enti territoriali in modo semplice e veloce. L'obiettivo è fornire informazioni, materiali, contributi per una gestione efficiente e trasparente degli Enti Locali

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale