Certificare la spesa è un obbligo per tutti - Nuovo Ordinamento Contabile dei Comuni - La Posta del Sindaco 
la posta del sindaco
Accedi Registrati

Certificare la spesa è un obbligo per tutti

11/04/2019 Nuovo Ordinamento Contabile dei Comuni

La legge di bilancio 2019 ha dato il via alla riforma del credito d'imposta per R&S, toccando anche il comparto degli obblighi documentali. La riscrittura dell'articolo 3, comma 11, della legge 145/2013 è uno dei nodi focali, e già dal 2018 prevede per tutti i contribuenti la certificazione delle spese sostenute ad opera di un revisore legale, oppure di una società di revisione. Questo a prescindere dalla presenza o meno del soggetto preposto alla revisione.

Da una parte, il nuovo comma 11 (articolo 3) si premura di chiarire come la certificazione della documentazione contabile diventa una condizione imprescindibile e necessaria, ma da sola non sufficiente per accedere al beneficio del credito. Dall'altra parte, amplia questo onere fino a comprendere tutti i contribuenti intenzionati ad ottenere l'agevolazione, includendo anche le imprese in precedenza escluse, come le imprese sottoposte, per obbligo di legge, al controllo legale dei conti.

Affermato questo nuovo aspetto, si esplicita che la certificazione della documentazione contabile dovrà essere predisposta da:
- le società obbligate per legge alla revisione;
- i soggetti incaricati al controllo legale dei conti (quali il revisore legale, le società di revisione, o sindaco unico/collegio sindacale se incaricati anche dell' attività di revisione).

Le società non soggette all'obbligo potranno avvalersi di un professionista revisore o una società di revisione legale iscritti nella sezione A del registro di cui al Dlgs n. 39/2010. Per queste, il comma 11 prevede (come esplicitato nell'ultimo periodo) la possibilità di inserire le spese sostenute per adempiere a tale onere (nel limite di 5.000 euro), nel credito di imposta, proprio come avveniva con la precedente versione. Ad ogni modo, la somma di queste ultime e le spese strettamente agevolabili non potranno portare a un credito di imposta che superi i 20milioni di euro all'anno, cifra che nel 2019 si ridurrà a 10 milioni.

Dal lato operativo, che si tratti di revisori legali o società di revisione, i soggetti che saranno incaricati della certificazione dovranno  attenersi a una ferrea disciplina:
- operando nel rispetto del principio di indipendenza;
- certificando la mera regolarità formale della documentazione contabile e l'autenticità dei costi sostenuti (quindi senza bisogno di esprimere alcuna "valutazione di carattere tecnico in ordine all' ammissibilità al credito d' imposta delle attività di ricerca e sviluppo svolte dall'impresa", come da circolare Mise n 38584/2019);
- redigendo la certificazione in forma libera.

Riguardo l'ultimo punto, non sono infatti previsti contenuti minimi, né schemi da seguire per disporre la certificazione, questa deve solo contenere l'attestazione della regolarità formale della documentazione e l'autenticità dei costi sostenuti. Se durante lo svolgimento dell'incarico, il controllore o la società delegata incorresse in colpa grave, si potrebbero però attivare le disposizioni presenti all'articolo 64 del Codice di procedura civile.


Articolo di Massimo Chiappa
Laureato, giornalista pubblicista da oltre 20 anni. Segretario comunale in pensione. Ha svolto l'attività di consulente nel campo degli enti locali, creando e curando prodotti editoriali per la pubblica amministrazione.


Articoli Correlati

  29/05/2019       Nuovo Ordinamento Contabile dei Comuni
  20/05/2019       Nuovo Ordinamento Contabile dei Comuni
  11/04/2019       Nuovo Ordinamento Contabile dei Comuni
  05/04/2019       Nuovo Ordinamento Contabile dei Comuni


Torna alla Rivista del Sindaco

Ultimi aggiornamenti



CHI SIAMO

La posta del Sindaco è un servizio rivolto ad amministratori ed enti locali: ricco di notizie e dati il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, consultare e confrontare i bilanci e i dati finanziari degli enti territoriali in modo semplice e veloce. L'obiettivo è fornire informazioni, materiali, contributi per una gestione efficiente e trasparente degli Enti Locali

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale