Sanatoria per le entrate locali - Revisione della Spesa (Spending Review) - La Posta del Sindaco 
la posta del sindaco
Accedi Registrati

Sanatoria per le entrate locali

24/04/2019 Revisione della Spesa (Spending Review)

Si riapre ed estende la definizione agevolata dei tributi locali non riscossi dagli enti tramite ingiunzione fiscale: 60 giorni è il tempo a disposizione di Comuni, Regioni, Province ed enti locali per approvare le delibere di adesione alla sanatoria che consentirà ai contribuenti di non risarcire le sanzioni per le ingiunzioni notificate tra il 2000 e il 2017 dai concessionari della riscossione privati e dagli enti locali stessi. Una sanatoria non limitata alle sole entrate tributarie, pur coinvolgendo Imu, Tasi, Tari, bollo auto e Ipt, perché comprenderà anche tutte le tipologie di entrate. Si parla quindi anche di canoni e tariffe e multe stradali.

Vengono così riproposti i meccanismi di definizione agevolata sperimentati nel 2016-2017, che già in quel biennio hanno permesso di chiudere i conti con il fisco locale senza essere soggetti a sanzioni (per le ingiunzioni avute tra il 2000 e il 2017). La linea ultima da non superare dal decreto crescita è il 31 settembre 2021, lasciando agli enti la scelta del numero di rate e la relativa scadenza. Gli enti sono anche tenuti a definire tramite delibera del consiglio (da pubblicare sul sito internet istituzionale entro trenta giorni dall'adozione) tre punti:

- modalità con cui il debitore potrà manifestare la sua volontà di aderire alla definizione agevolata;

- termini per la presentazione dell' istanza con l' indicazione del numero di rate;

- termine entro cui il singolo ente territoriale o il concessionario della riscossione dovrà comunicare;

- l'ammontare complessivo delle somme dovute, quello delle singole rate e la relativa scadenza.

Una volta presentata l'istanza, i termini di prescrizione e decadenza per il recupero delle somme saranno sospesi. Se la singola rata o una delle rate in cui si è deciso di ripartire il debito arriverà in ritardo o risulterà mancante, gli effetti della sanatoria saranno annullati, e gli ordinari termini di prescrizione e decadenza riprenderanno a decorrere. Il DL fiscale 119/2018 prevedeva già una definizione agevolata per gli enti, a cui la norma già presente nel decreto crescita andrà ad ampliare il perimetro di riferimento, insieme a quello dei tributi riscossi tramite ruolo da Agenzia delle entrate-riscossione e delle liti pendenti. I comuni che riscuotono in proprio o attraverso concessionari privati (40% circa di quelli totali) hanno ottenuto l'estensione della definizione agevolata anche alle ingiunzioni.


Articolo di Loris Pecchia
Laureato in Scienze Politiche e relazioni internazionali con specialistica in Indirizzo dell’amministrazione e dell’organizzazione pubblica. Svolge le attività di revisione FAQ e di segreteria presso la Halley Informatica dal 2013.


Articoli Correlati

  13/02/2019       Revisione della Spesa (Spending Review)
  02/10/2018       Revisione della Spesa (Spending Review)
  26/09/2018       Revisione della Spesa (Spending Review)
  20/07/2018       Revisione della Spesa (Spending Review)


Torna alla Rivista del Sindaco

Ultimi aggiornamenti



CHI SIAMO

La posta del Sindaco è un servizio rivolto ad amministratori ed enti locali: ricco di notizie e dati il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, consultare e confrontare i bilanci e i dati finanziari degli enti territoriali in modo semplice e veloce. L'obiettivo è fornire informazioni, materiali, contributi per una gestione efficiente e trasparente degli Enti Locali

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale