Scadenza al 31 maggio 2019 per i bilanci delle holding - Scadenze - La Posta del Sindaco 
la posta del sindaco
Accedi Registrati

Scadenza al 31 maggio 2019 per i bilanci delle holding

03/04/2019 Scadenze

Per le holding di partecipazione (come definite da articolo 12, DLgs 142/2018) che devono comunicare i dati all'Anagrafe tributaria dovranno attendere il 30 aprile 2019, ovvero il termine ordinario per l'approvazione del bilancio. La risposta è giunta ad Assoholding dopo che aveva fatto richiesta all'Agenzia delle Entrate riguardo un chiarimento proprio sull'applicazione dell'articolo 12 del DLgs 142/2018 attuativo della direttiva Atad.

La definizione di intermediari finanziari, società di partecipazione finanziaria e non finanziaria sono presenti nell'ambito del Tuir nell'articolo 162-bis, comma 1, rispettivamente lettera a), lettera b) e lettera c). Nella circolare Assoholding 1/2019 è stata analizzata la nuova disciplina, che si concentra anche sui criteri per l'assoggettamento delle holding di partecipazione non finanziaria agli obblighi comunicativi all'archivio dei rapporti dell'Anagrafe tributaria. Nello stabilire e specificare i criteri per l'individuazione delle holding di partecipazione non finanziaria, l'articolo 12 del decreto Atad decreta che si può parlare di esercizio prevalente dell'attività di assunzione di partecipazioni solo in caso l'ammontare complessivo delle partecipazioni detenute e degli altri elementi patrimoniali con le partecipate risulti superiore al 50% rispetto al patrimoniale attivo. Questo in base ai dati del bilancio approvato sull'ultimo esercizio chiuso.

Stando a quanto detto sulla nuova definizione di holding di partecipazione, secondo l'Associazione, si arriverà forzatamente all'allargamento della platea dei soggetti obbligati alle comunicazioni all'Anagrafe tributaria. Ora, per questi fini, si deve infatti fare riferimento in via esclusiva agli attivi patrimoniali, in base alla disposizione del Tuir con l'articolo 162-bis, perché non si attuerà più il richiamo ai parametri di conto economico fin'ora previsti dalla precedente disciplina. Al contrario, si conferma l'assoggettamento agli obblighi comunicativi per le società di partecipazione finanziaria, senza la necessità di fornire la verifica riguardo lo stato patrimoniale, questo perché tra i soggetti qualificati intermediari finanziari sono già comprese le holding finanziarie. Infine, Assoholding afferma (in seguito alla risposta delle Entrate) che per quanto riguarda il periodo d'imposta 2018, questo si debba associare all'approvazione del relativo bilancio. Un nuovo criterio che porta le "nuove" holding solari a dover completare il primo adempimento verso l'Anagrafe entro la fine del mese successivo stabilito per l'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2018. In pratica, per i bilanci con approvazione entro il 30 aprile 2019 il termine della scadenza è fissato al 31 maggio 2019.

 


Articolo di Massimo Chiappa
Laureato, giornalista pubblicista da oltre 20 anni. Segretario comunale in pensione. Ha svolto l'attività di consulente nel campo degli enti locali, creando e curando prodotti editoriali per la pubblica amministrazione.


Articoli Correlati



Torna alla Rivista del Sindaco

Ultimi aggiornamenti



CHI SIAMO

La posta del Sindaco è un servizio rivolto ad amministratori ed enti locali: ricco di notizie e dati il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, consultare e confrontare i bilanci e i dati finanziari degli enti territoriali in modo semplice e veloce. L'obiettivo è fornire informazioni, materiali, contributi per una gestione efficiente e trasparente degli Enti Locali

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale