Investimenti dei comuni sotto stretto controllo - Revisione della Spesa (Spending Review) - La Posta del Sindaco 
la posta del sindaco
Accedi Registrati



Investimenti dei comuni sotto stretto controllo

La Rivista del Sindaco 13/02/2019 Revisione della Spesa (Spending Review)

Stando ad un recente decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze, i contributi che le regioni erogano a valere su spazi finanziari e permettono investimenti agli enti locali, dovranno essere ben monitorati e controllati. Il decreto è passato un po' inosservato, ma questo non lo rende meno importante per gli enti locali e la loro trasparenza negli investimenti.

Il termine per la trasmissione del monitoraggio riguardante il secondo semestre del 2018 è scaduto il 30 gennaio. Si tratta però di un penultimo adempimento alla richiesta in materia, dove il termine per la certificazione finale è invece posto a fine marzo. In quella data, si dirà addio al pareggio di bilancio come lo conosciamo (successore del Patto di stabilità), perché cancellato dalla Corte Costituzionale nell'ultima manovra. Quindi, gli enti che dovessero sforare non saranno soggetti a penalità, non essendo sanzionabile alcuno dei predetti adempimenti.  Stessa sorte per le sanzioni legate al mancato utilizzo integrale degli spazi finanziari, quindi come da loro omessa rendicontazione stando al comma 508, legge 232 del 2016.

Rimane però in vigore un adempimento informativo analogo, ovvero quello riguardante le spese effettuate a valere sugli spazi finanziari 2018 assegnati alle regioni, in genere poi assegnati come contributi agli enti locali per utilizzarli come investimenti. Stando al decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze (Gazzetta Ufficiale n 2, del 3 gennaio 2019), il controllo e la certificazione del pareggio di bilancio del 2018 per le regioni a statuto ordinario rimane attivo.

La normativa specifica come le regioni a statuto ordinario (che fino al 2020  rimangono anche soggette al pareggio) sono obbligate a tenere un monitoraggio chiaro degli investimenti diretti effettuati, mentre il compito va a pesare sui beneficiari (in genere altri enti locali) in caso di investimenti indiretti, come quelli finanziati grazie ai contributi ottenuti da altre pubbliche amministrazioni. gli enti locali sono tenuti ad utilizzare il sistema Bdap Mop, in cui nel frattempo saranno integrate altre funzionalità per permettere la trasmissione del campo «tipo finanziamento/spazi finanziari» della sezione anagrafica (scegliendo tra le voci che saranno rese disponibili); e della scheda piano dei costi relativa al 2018 e/o per gli anni successivi nella sezione finanziaria. Il Ministero farà uscire in questi giorni della Faq relative a queste nuove normative.


Articolo di Loris Pecchia
Laureato in Scienze Politiche e relazioni internazionali con specialistica in Indirizzo dell’amministrazione e dell’organizzazione pubblica. Svolge le attività di revisione FAQ e di segreteria presso la Halley Informatica dal 2013.


Articoli Correlati

  24/04/2019       Revisione della Spesa (Spending Review)
  02/10/2018       Revisione della Spesa (Spending Review)
  26/09/2018       Revisione della Spesa (Spending Review)
  20/07/2018       Revisione della Spesa (Spending Review)


Torna alla Rivista del Sindaco

Ultimi aggiornamenti



CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed enti locali: ricco di notizie e dati il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, consultare e confrontare i bilanci e i dati finanziari degli enti territoriali in modo semplice e veloce. L'obiettivo è fornire informazioni, materiali, contributi per una gestione efficiente e trasparente degli Enti Locali

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale