La Banca Dati Amministrazioni Pubbliche invita a prestare attenzione ai dati mancanti che non vengono segnalati come errore - Finanza Locale - La Posta del Sindaco 
la posta del sindaco
Accedi Registrati

La Banca Dati Amministrazioni Pubbliche invita a prestare attenzione ai dati mancanti che non vengono segnalati come errore

11/06/2018 Finanza Locale

Oramai la trasmissione dei bilanci e dei rendiconti alla Bdap sta diventando sempre più importante per le varie Amministrazioni, fatto incentivato anche dalle importanti sanzioni che comporterebbe tale mancanza.

La scadenza per effettuare la richiesta di contributi per le spese di progettazione per quei Comuni con un elevato rischio sismico, la data di scadenza fissata è quella del 15 giugno, essendo la data estremamente vicina, si consiglia a quegli Enti che ancora non abbiano provveduto a trasmettere tali dati, di prestare particolare attenzione.

Il Decreto Ministeriale del 12 maggio 2016 che tratta la trasmissione dei rendiconti, riporta all’art.4, co.1, lett.b) che gli Enti devono trasmettere entro il 30 maggio il rendiconto della gestione. Gli enti hanno 30 giorni di tempo per inviare tale documentazione, ecco il motivo per il quale l’invio è consentito anche se privo degli estremi della delibera di approvazione.

Se gli Enti non hanno inviato la documentazione richiesta entro la data del 30 maggio, le conseguenze immediate non sono particolarmente pesanti, infatti la data è un termine utile al solo fine di fissare un punto sul calendario. La sanzione prevista dal Decreto Legge 113/2016 all’articolo 9, scatta esclusivamente nell’ipotesi di mancato invio dei dati dopo il termine di 30 giorni dall’approvazione del rendiconto.

Tale sanzione comporta che l’Ente in questione dal 1° maggio fino alla data di approvazione del rendiconto, entri in divieto assunzionale, dopo l’approvazione del rendiconto e per i successivi 30 giorni tale divieto viene annullato. Dal 31esimo giorno invece, il blocco assunzionale ritorna fino all’invio dei dati alla Banca Dati Amministrazioni Pubbliche (BDAP).

Tale obbligatorietà viene considerata assolta quando tutta la documentazione richiesta verrà protocollata. La verifica della procedura viene facilitata dal fatto che il sistema informatico invia una mail di avviso ogni volta che un documento viene protocollato. Una volta terminata la protocollazione, lo stesso sistema invierà una mail contenente la dichiarazione che l’Ente in questione può continuare con le assunzioni.

Nel caso ci fossero errori cosa succede? Nell’eventualità ci siano errori nei file XBRL, le assunzioni non subiranno il blocco. Ma in caso di dati mancanti, l’assenza di controlli da parte della Bdap, comporterà l’impossibilità per gli Enti di accedere ai contributi richiesti.

Pertanto, si invitano gli Enti di controllare manualmente tutti i prospetti contenuti nella Banca Dati Amministrazioni Pubbliche.


Articolo di Loris Pecchia
Laureato in Scienze Politiche e relazioni internazionali con specialistica in Indirizzo dell’amministrazione e dell’organizzazione pubblica. Svolge le attività di revisione FAQ e di segreteria presso la Halley Informatica dal 2013.


Articoli Correlati



Torna alla Rivista del Sindaco

Ultimi aggiornamenti



CHI SIAMO

La posta del Sindaco è un servizio rivolto ad amministratori ed enti locali: ricco di notizie e dati il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, consultare e confrontare i bilanci e i dati finanziari degli enti territoriali in modo semplice e veloce. L'obiettivo è fornire informazioni, materiali, contributi per una gestione efficiente e trasparente degli Enti Locali

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale