Nuova proroga dello stato di emergenza sanitaria al 31 gennaio 2021 - Approfondimenti - La Posta del Sindaco 
la posta del sindaco
la posta del sindaco
Accedi Registrati



Nuova proroga dello stato di emergenza sanitaria al 31 gennaio 2021

La Rivista del Sindaco 08/10/2020 Approfondimenti

Con la delibera del 7 ottobre 2020, pubblicata in Gazzetta Ufficiale, il Consiglio dei Ministri ha prorogato lo stato di emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del Covid19. Si tratta di una nuova ed ulteriore proroga, che fa seguito alla precedente che aveva spostato in un primo momento il termine dell’emergenza dal 31 luglio al 15 ottobre 2020.

Il prolungamento dello stato di emergenza si è reso necessario alla luce della continua e costante crescita dei contagi registrata nelle ultime settimane in tutte le Regioni, e al fine di garantire l’adozione delle misure indispensabili per realizzare gli interventi di assistenza alla popolazione.

In conseguenza di tale emergenza sanitaria, è stato emanato il Decreto Legge 7 ottobre 2020 n. 125, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, con cui viene confermata la proroga dello stato di emergenza al 31 gennaio 2021, come deliberato dal Consiglio dei Ministri in pari data, e viene previsto l’obbligo di avere sempre con sé e di indossare all’aperto e al chiuso le mascherine.

La novità principale riguarda l’obbligo di portare sempre con sé le mascherine e di indossarle quando si sta in mezzo ad altre persone, sia nei luoghi all’aperto, sia nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private, a meno che le caratteristiche del luogo o le circostanze di fatto assicurino l’isolamento rispetto a persone non conviventi. Sono esclusi da tali obblighi i bambini di età inferiore ai sei anni, i soggetti affetti da patologie o disabilità che appaiono incompatibili con l’uso della mascherina e coloro che praticano attività sportiva.

Le mascherine sono considerate un valido strumento, unitamente al distanziamento sociale di almeno un metro tra le persone e al lavaggio frequente delle mani, per contrastare e limitare la diffusione del virus, tanto è vero, che sono stati previsti rigorosi controlli da parte delle Forze dell’Ordine per verificare il rispetto delle norme anti contagio, ed evitare che si creino assembramenti all’aperto e all’interno dei locali. Difatti, sono stabilite sanzioni per i trasgressori, con multe che vanno da € 400,00 a € 1.000,00, mentre per i soggetti risultati positivi al Covid19 che non rispettano la quarantena, è prevista un ammenda che va da € 500,00 a € 5.000,00.

È stata scongiurata la paventata chiusura anticipata dei Bar e ristoranti alle ore 23, rimanendo comunque validi i protocolli e le linee guida anti contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali, e quelle relative al consumo di cibi e bevande. Restano chiuse le discoteche, mentre rimane fissato a 200 persone il limite delle persone che possono assistere agli spettacoli nei cinema, teatri e ai concerti nel rispetto delle disposizioni già previste.

È stata prevista la possibilità per le Regioni di adottare misure più restrittive rispetto a quelle disposte dal Governo, qualora la situazione legata a eventuali focolai locali lo richieda, potendo concedere misure più leggere solamente di concerto con il Ministro della Salute.

 

 

 


Articolo di Manuel Casoni

Ultimi aggiornamenti



CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed enti locali: ricco di notizie e dati il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, consultare e confrontare i bilanci e i dati finanziari degli enti territoriali in modo semplice e veloce. L'obiettivo è fornire informazioni, materiali, contributi per una gestione efficiente e trasparente degli Enti Locali

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale

CONTATTI

Email

halley@halley.it

Telefono

0737-781211